Logo Tetto Fraterno
  • chi siamo
  • programma tetto fraterno
  • norme tetto fraterno
  • foto tetto fraterno
  • aiuta tetto fraterno
  • contatti tetto fraterno
  • privacy tetto fraterno
bottone servizi

Don BassanoSTORIA La comunità “Tetto Fraterno” nasce ad Erba, una cittadina del comasco, ad opera del suo fondatore Don Bassano Pirovano. Don Bassano é un sacerdote dell'Opera Don Guanella. E’ nato nel 1949, ha conseguito la licenza in Teologia Morale ed é stato ordinato Sacerdote nel 1977. Al rientro da una breve ma intensa esperienza missionaria in Israele, si é buttato a capofitto nella costruzione della comunità essendo stato tra i primi a riconoscere e ad affrontare il problema della tossicodipendenza. Ai suoi esordi la comunità non era come la conosciamo. Situata in un’altra zona della città, cominciò a muovere i suoi primi passi in sordina: molti volontari e tanta voglia di fare. Il numero sempre maggiore di persone che si rivolgevano ad essa mostrò che il problema della tossicodipendenza era fortemente presente proprio in una zona che, ricca di industrie e di lavoro, non lasciava supporre o vedere una realtà fatta di una così alta componente di emarginazione e devianza.

Nella sua storia la comunità ha vissuto molti cambiamenti. E’ importante ricordare che essa è cresciuta anche grazie all’aiuto di persone interessare al problema della tossicodipendenza, le quali hanno dato un grosso contributo nella realizzazione dell’opera.

Attualmente la Comunità “Tetto Fraterno” è una struttura privata accreditata, iscritta nell’apposito albo istituito dalla Regione Lombardia e fornisce un servizio di tipo pedagogico – riabilitativo al tossicodipendente.

Struttura Tetto FraternoPRESENTAZIONE La Cooperativa Sociale “Tetto Fraterno” gestisce la Comunità Ergoterapica e Prima Accoglienza, struttura per il recupero del tossicodipendente.

Il servizio, a carattere residenziale, accoglie quanti intendano affrontare un percorso riabilitativo comunitario finalizzato al raggiungimento di una completa autonomia personale. Vengono accolti soggetti anche sottoposti a trattamenti farmacologici sostitutivi o altri trattamenti prescritti, per una durata non superiore ai trenta mesi (salvo particolari situazioni concordate con il servizio inviante). Le attività ergoterapiche (di cura degli animali, di assemblaggio, di manutenzione della struttura, di giardinaggio, di cura dei campi) assumono grande importanza e sono considerate strumento privilegiato di educazione, formazione e verifica del percorso comunitario intrapreso.

Le prestazioni offerte dal servizio comprendono:

  • un primo contatto, in cui vengono verificate con il soggetto le caratteristiche della richiesta d’aiuto e si illustrano le proposte del servizio
  • una valutazione volta alla formulazione di un progetto terapeutico individualizzato per il recupero fisico, psichico e sociale
  • attività educative
  • sostegno psicologico
  • valutazione stato di salute e presa in carico per le problematiche sanitarie


La vita in Comunità è fortemente ritualizzata, con una strutturazione rigida del tempo e delle proposte, per facilitare la costituzione di un tempo interiore, migliorare la qualità della vita e predisporre al cambiamento.
La comunità propone altresì un regolamento interno da rispettare, volto alla riorganizzazione del quotidiano, dello stile di vita e ad offrire punti di riferimento; imparare a rispettare tali norme, a scoprirne il significato, ad accettarle e ad interiorizzarle diventa un atto educativo.

Struttura Tetto FraternoPRINCIPI FONDAMENTALI La Comunità “Tetto Fraterno” accoglie sempre il tossicodipendente, nonostante le sue “colpe”, i suoi difetti, il suo passato e al contempo propone delle norme e un’organizzazione scandita da ritmi ben precisi. Offre così la fruibilità di un codice materno e di un codice paterno.
La struttura si pone come compito quello di valorizzare le potenzialità intrinseche del tossicodipendente nel totale rispetto della persona e delle sue caratteristiche; offre inoltre: la possibilità di comprendere e rielaborare la propria storia personale e di tutte le esperienze vissute nel quotidiano; la possibilità di dare significato e senso alla sua vita, elaborando un progetto futuro; la possibilità di sperimentarsi nella propria responsabilità.

La Comunità è da intendersi per l’utente come frutto della sua libera attività volitiva e non di costrizioni: lui ha scelto di entrarvi e di ricevere il supporto da essa offerto; l’utente sceglie la comunità come luogo in cui elaborare il proprio progetto esistenziale in vista di un futuro contrassegnato da un senso e un significato liberamente scelti e consapevolizzati.

Ragazzi con CavalloTIPOLOGIA UTENTI La Comunità ospita tossicodipendenti maggiorenni, di sesso maschile.
Sono accolti anche soggetti tossicodipendenti con provvedimenti penali, in atto o in via di definizione, alternativi alla carcerazione, fatta eccezione per gli arresti domiciliari. Non sono considerati idonei i soggetti affetti da gravi patologie psichiatriche.
La fase di ammissione è preceduta, quando possibile, da almeno un colloquio preliminare con il soggetto tossicodipendente.

Struttura Tetto FraternoL'EQUIPE Le attività svolte nelle diverse fasi del percorso sono seguite da personale specializzato che costituisce l'equipe di lavoro della Comunità. Essa è composta dal responsabile della struttura, dallo psicologo, dal medico generico e dallo staff educativo (operatori/educatori coadiuvati da tirocinanti e volontari).
Gli operatori si propongono all’utente come base sicura, non spaventata/spaventante per sostenere un individuo che ha assolutamente bisogno di una stabilità relazionale riparativa. Gli operatori si mettono a disposizione come modelli identificatori alternativi a quelli carenziali o patologici con cui l’utente si è sempre confrontato.
L'equipe si incontra con riunioni periodiche allo scopo di coordinare l'intervento terapeutico diretto agli utenti. Le decisioni dell'equipe vengono sempre prese in collaborazione con i servizi referenti con i quali vengono mantenuti costanti rapporti di confronto e dialogo attraverso incontri, invio relazioni di aggiornamento sull'utente e telefonicamente.